Di me


Una volta le teenager scrivevano il diario, un quaderno quasi sempre con la copertina a fiorellini con un piccolo lucchetto dove annotavano tutto (ma proprio tutto??!!!) quello che facevano. Siccome era segreto, lo tenevano nascosto pensando che le loro magretadri non lo trovassero. Quasi sempre parlavano dei loro amori e delle amiche, delle incomprensioni coi genitori, dei professori più antipatici e poi …
E poi un genitore curioso lo trovava e allora l’ingenua si rendeva conto di quanto quel fidato e silenzioso amico potesse essere pericoloso, rivelando tutto quello che gli era stato raccontato.
Oppure si stancavano!
In effetti non mi sembra divertente scrivere un resoconto delle proprie giornate e confidarsi con un foglio bianco che resterà muto. A meno che non si pensi di diventare famosi e di scrivere la propria biografia o di dover andare da uno psicologo che ci chieda di rievocare improbabili ricordi.
Oggi mi sembra che nessuno voglia custodire segreti, ma mi pare che in realtà tutti ne abbiano.
Ho deciso di scrivere questo blog (ex diario) per me stessa, per raccogliere immagini e pensieri su ciò che mi interessa; senza password (ex lucchetto) per paura che qualcuno scopra cose segrete e che tra qualche anno riguarderò per ricordare i miei anni “teen”.
Questa avventura inizia il mio primo giorno di liceo.

Annunci